La codardia è un male da condannare ma la superbia è un male che uccide.

Titolo : Rehan

Autore : Mario Sorci

Casa editrice : Elison publishing

Anno pubblicazione : 2015

Pagine : 520

Prezzo : 4.99

T r a m a  &  R e c e n s i o n e

In un mondo fantastico, ma non troppo, dove la malcomprensione della religione crea conflitti, il protagonista nutre la mente con l’aiuto di un diario o meglio con l’aiuto di foglietti barattati. Come tanti altri, anche Rehan è diventato uno schiavo, nonostante anni passati a combattere. La malvagità è insita dietro ogni angolo nella vasta terra di Derian e Rehan lo sa bene! Per questa ragione il protagonista inizia a scrivere il suo diario, poiché dubbioso delle sue azioni. Rehan scrive e sfoga le sue più recondite emozioni, vecchi amori, grandi nemici e ottimi amici lo accompagneranno nella storia, ma il suo malessere scaturito dalla prigionia gli farà sempre girare in mente una domanda: chi può realmente dire con certezza, in guerra, di essere dalla parte giusta?

Questa sera vi parlo di un libro fantasy che segna il debutto di Mario Sorci, giovane scrittore palermitano. Chi mi conosce bene sa che in tutta la mia vita avrò letto al massimo due o tre libri fantasy, probabilmente perchè sono molto più realista, mi piace pensare il vero, ma vi assicuro che nonostante i personaggi e i contesti siano frutto di pura invenzione si impongono con forza dei temi assolutamente contemporanei come il conflitto tra gruppi appartenenti a religioni diverse. La scrittura è abbastanza fluida e i capitoli sono brevi, ti fanno venir voglia di scoprire e di andare avanti. Per cui ve lo consiglio perchè Rehan vi farà appassionare moltissimo, i dettagli con cui esprime le sue emozioni e i suoi pensieri vi faranno entrare facilmente nel suo mondo e viaggiare con la fantasia. Potete trovarlo ad un piccolissimo prezzo in formato digitale ma anche cartaceo.

A presto!

Martina

Annunci