Cerca

Milioni di libri – Recensioni

*Tu leggi, leggi ogni volta che puoi, ti salverà! *

Mese

agosto 2016

Le città invisibili – Italo Calvino

Le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure, anche se il filo del loro discorso è segreto, le loro regole assurde, le prospettive ingannevoli, e ogni cosa ne nasconde un’altra.

Le città invisibili è stato pubblicato per la prima volta nel 1972. Il tutto parte dal dialogo tra Marco Polo e l’imperatore dei Tartari Kublai Khan che interroga Marco Polo sulle città del suo stesso, immenso, impero. Vengono descritte città inesistenti, immaginarie, frutto della fantasia dell’autore, Marco non le ha mai visitate. E questo viene giustificato dal fatto che ogni cosa ne rimanda un’altra e quindi anche ogni città rimanda ad un’altra città, tutto questo può andare avanti all’infinito, vi sono infinite possibilità di generare nuovi mondi. E’ composto da nove capitoli ma con una ben strutturata ed ulteriore divisione interna. Le città simboleggiano una profonda complessità e l’esigenza di dare un ordine al caos. Mi è piaciuto molto il fatto che ogni città avesse un nome di donna e che i capitoli fossero molto brevi perche, seppur intensi, ti spingono ad andare avanti in modo spedito, sapere quale sarà l’invenzione letteraria seguente. Bello bello bello mi sento di dire! C’è sempre una riflessione finale ad ogni capitoletto e la mia preferita, nonchè la più famosa ed indicativa del libro, e quella finale :

“L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui, l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l’inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio.”

 

 

La libreria dei desideri – Claire Ashby

Titolo : la libreria dei desideri

Autore : Claire Ashby

Casa editrice : Newton Compton

Anno di pubblicazione : 2016

Pagine : 350

Prezzo : 12,00

Meg Michaels, giovane proprietaria di una libreria, si sta leccando ancora le ferite per aver chiuso, una dopo l’altra, due storie con due uomini sbagliati. Durante una festa a casa di amici conosce Theo Taylor, un medico dell’esercito in congedo, che per puro caso scopre il suo segreto: Meg è incinta. Theo è stato ferito in guerra e sembra un tipo scontroso e orgoglioso, ma nasconde in realtà un lato dolce, discreto e premuroso. Tra i due, giorno dopo giorno, nasce un legame strano, fatto di dettagli e confessioni, di comprensione… e di una straordinaria attrazione fisica che coglie entrambi di sorpresa. Tra uno scaffale da riordinare, una pila di bestseller da spolverare e una vita che nasce, Meg sarà capace di darsi di nuovo la possibilità di essere felice?

Ho trovato questo libro carinissimo! Avevo il timore che fosse troppo smielato, invece, a tratti mi è sembrato perfino triste. Meg é una ragazza di 24 anni che non ha accettato la sua gravidanza, ha provato a negarla, a nasconderla a tutti, mai ha pensato che quella piccola vita dentro di sé fosse uno sbaglio. Ma Theo entra nella sua vita in punta di piedi, le fa scoprire la bellezza della maternità pur facendola sentire innanzitutto una donna, che, nonostante i cambiamenti dovuti alla gravidanza, riesce ad essere molto attraente. Condividono ogni momento, dalla scelta dei nuovi vestiti premaman, alla sistemazione della stanzetta, all’ecografia in cui si scopre il sesso del nascituro. Il tutto si svolgerà nell’habitat naturale di Meg, la sua libreria. Ve ne consiglio vivamente la lettura, è scorrevoli stimo e un ottimo compagno sotto l’ombrellone se volete concedervi un po’ di sano relax in leggerezza.

Martina

Blog su WordPress.com.

Su ↑