Magari parto. Diario di bordo per gestanti e neomamme – Flavia Rampichini

La cosa più bella che vedo al mattino:

la testa di mio figlio poggiata sul cuscino

e il viso di suo padre vicino e addormentato.

Loro non lo sanno che il giorno è già iniziato.

 

Quando stai per diventare mamma, che tu sia un’appassionata lettrice o meno, sentirai l’esigenza di fiondarti in libreria e cercare “IL LIBRO DELLE RISPOSTE”. Ecco, entrata in libreria, scoprirai che non esiste! La prima volta che lo feci ne uscii molto confusa e insoddisfatta, non volevo sentire parlare di teorie, di visite di routine e rischi. Per quello bastavano ed avanzavano le mie stupide ricerche sui siti internet, quelle ricerche che alimentano solo ansie e paure. Per me non era il momento adatto per affrontare tutto questo nei momenti di relax, a casa, davanti ad un libro. Mi sono chiesta cosa cercassi davvero. Cercavo un libro che, nonostante la mia professione, mi desse dei consigli pratici su come affrontare, non tanto il percorso gestazionale, quanto il momento della nascita ed i primi mesi. Cercavo delle esperienze concrete. Così mi sono imbattuta in questo libro, semplice, leggero, poco tecnico ma concreto. Eva scopre di essere incinta e, come ci dice l’autrice, comincia un viaggio verso l’ignoto. Un viaggio fatto di nausee, tempi scanditi da settimane e non più da mesi, nuove abitudini alimentari, notti insonni, la pipì ogni secondo, i primi calcetti, la lacrima facile, la paura del parto. Dopodichè si ripercorre la nascita del piccolo Guido, la nuova vita in tre, l’emozione e la paura nel tenerlo in braccio, il non sapere cosa fare quando piange ed il perchè, la fatica dell’allattamento che richiede molta pazienza, le prime colichette, la nota dolente dell’inserimento al nido per permettere ad Eva, controvoglia, di rientrare a lavoro. Tutto viene vissuto con naturalezza nonostante le incertezze, nonostante non ci sia un vero manuale che ti possa mai dire come comportarti, cosa è meglio o giusto fare. Alla fine arrivi alla conclusione che puoi solo limitarti ad ascoltare le esperienze degli altri, farti consigliare ( quando TU lo ritieni opportuno), lasciarti scivolare addosso commenti e consigli non richiesti. Ogni gravidanza è a sè, ogni bimbo è unico. Non si nasce mamma, non si nasce papà, non serve essere educatori di professione, non c’è un libretto di istruzioni. Solo l’amore, il buon senso e l’esperienza vissuta quotidianamente sapranno guidarti. Questo è quello che, in fin dei conti, ho colto in questo libro che tratta tutto questo in maniera semplice arrivando al lettore con facilità e leggerezza. E’ quello che dico a me stessa e che suggerisco a chi si trova a vivere questo meraviglioso momento della propria vita. 

Lettura consigliata!

A presto,

Martina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...